CASH BACK – GIA’ PUBBLICATO SU L’ECO DI SAN GABRIELE

L’avrete sicuramente già sentita questa iniziativa e molti di voi l’avranno  pure,  come spero, anche  realizzata,  poiché  preceduta da una sperimentazione nel periodo delle spese natalizie. Si tratta di quella agevolazione chiamata cash back ( soldi indietro ) statuita nel 2020 e che entra in funzione, dopo la fase sperimentale, dispiegandone  tutti i suoi effetti, da Gennaio 2021.                                                                                                                               Ma la riprendiamo perché vale la pena ricordarla al fine di dare, non solo qualche indicazione ma per enfatizzarla e spingere affinché le nostre famiglie ne facciano buon uso. Si tratta di utilizzare per i pagamenti di acquisti che si intendano fare,  la cosiddetta moneta elettronica al fine di un tracciamento delle somme pagate.                                     Dal 1° gennaio quindi è partito il “Cashback ” che renderà possibile ottenere il rimborso del 10% sull’importo degli acquisti che verranno effettuati con carte o APP  (applicazioni finanziare allo scopo ) di pagamento in negozi, bar e ristoranti, supermercati e grande distribuzione e  per servizi di  artigiani e professionisti.                                                                                Saranno tassativamente esclusi gli acquisti online, e ciò al fine di dare un aiuto concreto alle vendite nei negozi di prossimità colpiti da una forte contrazione delle vendite.                    Non ci sarà un importo minimo di spesa e sarà possibile ottenere rimborsi fino a 300 euro l’anno. Ogni 6 mesi, se sarà effettuato un minimo di 50 pagamenti, si otterrà il 10% dell’importo speso, fino a un massimo di 150 euro di rimborso complessivo.                           Attenzione però, il rimborso massimo per singola transazione sarà di 15 euro, sopra i 150 Euro di spesa per singola transazione non vi sarà rimborso.                                                           L’iniziativa è nata nell’ambito di un piano più ampio, chiamato “Italia Menocontanti”, che ha l’obiettivo di favorire la diffusione dei pagamenti elettronici, aumentare il livello di digitalizzazione del paese e consentire meglio il recupero dell’evasione fiscale.    L’iniziativa, inoltre, è stata presentata anche come un incentivo ai consumi e un aiuto alle famiglie in un periodo di difficoltà economica provocato dalla pandemia.                          Non date retta a chi banalizza la quantità economica del risparmio ottenuto, fatto generalmente da schizzinosi o da chi non ne ha bisogno.                                                    Che cosa bisogna fare per accedere alla iniziativa. L’adesione al sistema del Cashback avverrà tramite l’APP IO con iscrizione tramite SPID.                                               Il Programma di rimborso è realizzato, predisposto e gestito da una società del Ministero della Economia. Colui che intende aderire dovrà indicare il proprio codice fiscalenonchè gli strumenti di pagamento tracciabile di cui intende avvalersi.                                               All’interno dell’App IO si dovranno comunicare i metodi di pagamento abilitati ( le varie carte di credito, anche, prepagate ecc.) e si dovrà comunicare anche il codice IBAN del conto sul quale vogliamo ricevere il rimborso, che sarà automatico.                                        E soprattutto non fatevi spaventare dal percorso che è necessario effettuare per la sua realizzazione che è molto più semplice di quanto crediate ( e poi esiste sempre un nipote che sa tutto e vi può aiutare ).                                                                                             Per prima cosa procuratevi lo SPID che è la vostra Identità Digitale e quindi il passaporto  ( è un Codice ) per fare il tutto. Andate in un Ufficio Postale con documento di identità e con tessera sanitaria e lì gratuitamente ed in soli 10 minuti vi riconosceranno e dopo

qualche ora vi invieranno a casa il vostro codice ( lo SPID ).                                           Con quel Codice potrete entrare nella App IO che dovete ovviamente scaricare da Internet ed inserire i vostri dati, quelli relativi ai vostri metodi di pagamento nonché  il vostro IBAN dove riceverete i vostri legittimi rimborsi.                                                                                                                         Ora siete pronti a fare acquisti con rimborso al 10 %.                                                                  E’ un buon inizio,  infatti per la prima volta si potranno avere sconti automatici sulla propria spesa, aiutare le istituzioni  al contrasto dell’evasione fiscale che tanti danni fanno alla cittadinanza, girare con meno contanti che sono sempre sotto le questioni negative di possibili smarrimenti o furti e potete aiutare con i vostri acquisti i negozi reali e concreti sul territorio che, come abbiamo già  detto, sono stai colpiti duramente nella loro attività quotidiana. Ed allora per tutte queste considerazioni dai, datevi da fare! E salutandovi, il solito e forte appello  “ mi raccomando vaccinatevi  “ per voi stessi e per i vostri concittadini! “.