ACQUA: NO ALLA PIÙ GRANDE PRIVATIZZAZIONE D’EUROPA

IL CD DECRETO CRESCITA ALL’ART. 24 LIQUIDA L’EIPLI (ENTE PER LO SVILUPPO DELL’IRRIGAZIONE E LA
TRASFORMAZIONE FONDIARIA IN PUGLIA, LUCANIA E IRPINIA) E IMPONE LA COSTITUZIONE DI UNA SPA CHE SI
SOSTITUISCA NELLE FUNZIONI. È LA PRIVATIZZAZIONE DELLE FONTI DEL CENTRO SUD ITALIA, LA PIÙ GRANDE
PRIVATIZZAZIONE DELL’ACQUA D’EUROPA.
NEL 1947 NASCEVA L’EIPLI. LA PRIMA PIETRA FU POSATA DAL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO ALCIDE DE GASPERI CHE
DIEDE IL VIA AD OPERE (DIGHE, INVASI, GRANDI ADDUTTORI, TRAVERSE) SOSTENUTE CON I FONDI DELLA CASSA DEL
MEZZOGIORNO. NEL CORSO DEI DECENNI SUCCESSIVI L’EIPLI HA GARANTITO L’ACQUA DA BERE E PER COLTIVARE ALLE
REGIONI DEL MEZZOGIORNO.
NEL 2011 A SEI MESI DI DISTANZA DAL REFERENDUM SULL’ACQUA, IL GOVERNO MONTI DICHIARA L’EIPLI ENTE INUTILE.
IL GOVERNO GENTILONI CON L’ULTIMA FINANZIARI AL COMMA 905 NE DISPONEVA LA PRIVATIZZAZIONE.
IL CD DECRETO CRESCITA ALL’ARTICOLO 24 CONCLUDE IL PROCESSO, PONE IN LIQUIDAZIONE L’EIPLI E DISPONE LA
COSTITUZIONE DELLA SPA A CAPITALE PUBBLICO.
LE MULTINAZIONALI SONO GIÀ ENTRATE NELLA GESTIONE DI PARTE DELLE FONTI REGIONALI PRENDENDONE IL CONTROLLO.
HANNO PRODOTTO DISASTRI, RETI COLABRODO E GRANDE PROFITTO PER GLI AZIONISTI A DETRIMENTO DEI CITTADINI
ITALIANI. ORA IL GOVERNO PUNTA AD AFFIDARGLI TUTTE LE FONTI DEL CENTRO SUD, PER POI CREARE UN GESTORE UNICO
PRIVATO PER L’INTERO CENTRO SUD. LA SCELTA DI USARE IL DECRETO D’URGENZA PER AFFRONTARE UNA VICENDA CHE
IMPONE RIFLESSIONE, PARTECIPAZIONE E STUDIO, HA LA FINALITÀ TECNICA DI ACCELERARE I TEMPI ED EVITARE OSTACOLI
ALLA PRIVATIZZAZIONE.
CI
APPELLIAMO
AL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA, AL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI, AL PRESIDENTE DELLA CAMERA, AL
PRESIDENTE DEL SENATO E TUTTI I PARLAMENTARI, AFFINCHÉ ESPUNGANO L’ART. 24 DAL CD DECRETO CRESCITA E
AVVIINO I LAVORI PER LA DEFINIZIONE E L’APPROVAZIONE DI UNA NORMA ORDINARIA, CHE NEL RISPETTO DELLA VOLONTÀ
ESPRESSA DAGLI ITALIANI COL REFERENDUM DEL 2011 GARANTISCA LA GESTIONE PUBBLICA DELLE FONTI D’ACQUA

Lascia un commento