Art. TREFILETTI Risparmiare sul carburante pubblicato su l’Eco San Gabriele

Oggi proveremo a dare qualche consiglio funzionale al risparmio di carburante che come sappiamo,  per chi usa l’auto di proprietà ha costi elevati ed incide fortemente nei propri bilanci familiari. Naturalmente quello che da sempre auspichiamo, è che l’utilizzo del mezzo proprio sia il più possibilmente limitato e che sarebbe più opportuno l’uso dei mezzi pubblici. Ma, il più delle volte ciò è reso impraticabile sia perché in presenza di un servizio pubblico fornito per qualità e tempi assai scadente, sia a volte perchè addirittura inesistente ai bisogni e alle necessità di mobilità dei cittadini.

 Ed allora in presenza di una realtà che vi costringe all’utilizzo del mezzo  privato, vediamo quello che si può fare per abbatterne i costi.

Si pensi infatti, tralasciando altri costi di mantenimento dell’autovettura quali tasse varie assicurazioni ecc., che generalmente un consumo medio di carburante si attesta a circa 1200-1400 litri annui e con prezzi di costo che si aggirano ( quando va bene ) mediamente a 1,5- 1,6  Euro al litro. Quindi solo con un consumo inferiore del 10-15%  si registrerebbero risparmi economici di circa 200 Euro all’anno,  cosa di non poco conto.

Ecco alcuni accorgimenti a partire dalla guida del veicolo.

Mai avere il piede pesante e una guida frenetica, anche se siete in ritardo, non serve a nulla questo comportamento, oltre a rischiare in sicurezza e a multe appropriate. E’ necessario avere atteggiamenti lineari e controllati poichè limitare la velocità permette inoltre una forte diminuzione dei consumi sia in città che in autostrada anche del 25-30%. Quindi , guida morbida, senza andare fuori giri con le marce, senza brusche accelerazioni e frenate improvvise. Ricordarsi sempre che esistono anche le marce alte non solo la prima o la seconda, ma anche una quinta marcia che a volte viene spesso trascurata o addirittura dimenticata. Inoltre mai lasciare in moto l’auto quando è ferma.

Altri accorgimenti nella guida sono un utilizzo razionale delle luci, mai accese quando non servono, del condizionatore che va usato con grande parsimonia proprio quando non ce la si fa più e mai comunque a palla. Inoltre a velocità elevate attenti ai finestrini aperti che mettono sotto sforzo l’autovettura ed identica cosa vale per un portabagagli esterno che va mantenuto sull’auto esclusivamente quando serve  e soprattutto mai mantenere e trasportare pesi dimenticati nel portabagagli interno che deve contenere pesi o cose di effettivo bisogno di trasporto.

Ed ancora, da non sottovalutare e anzi da ritenersi fondamentale  per i consumi  risulta essere l’efficienza dell’autovettura: dalla pressione delle gomme, sempre da controllare anche per ovvi motivi di sicurezza al  complesso della messa a punto dell’intero ciclo della carburazione e della combustione del motore. Ultimando questa nota, non possiamo sottacere che anche sull’acquisto del carburante ci possono essere risparmi rilevanti: e quindi per prima cosa mai fare rifornimenti al primo distributore che capita, ma utilizzando gli strumenti informativi in essere ( quali App informatiche ) scegliere quello più conveniente, utilizzare al massimo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *