Rosario .Trefiletti Risparmi acqua e gas L’Eco San Gabriele

Dopo aver dato, e lo speriamo vivamente, qualche utile consiglio in tema di bolletta elettrica, continuiamo a dare qualche istruzione per l’uso per quanto riguarda la possibilità di risparmiare su altre due bollette che gravano sulla spesa delle famiglie, sottolineando ancora una volta come eventuali risparmi conseguiti sono utili anche all’ambiente in cui viviamo, già troppe volte colpito purtroppo da inquinamenti di ogni tipo e natura.

Ci riferiamo al risparmio idrico e a quello relativo al gas domestico.

E’ del tutto evidente come i grandi risparmi per uno dei beni più preziosi come l’acqua dipenda fortemente da grandi interventi sulle infrastrutture di trasporto che perdono in media il 40% del trasportato, o le metodologie innovative nella irrigazione agricola o nei processi industriali, ma anche nell’utilizzo domestico le famiglie possono fare la loro parte. Importante sotto il profilo economico e di lotta agli sprechi.

Ecco alcuni consigli:

Lavaggio denti – Lavarsi i denti tenendo il rubinetto aperto fa sprecare circa 40 litri d’acqua alla volta; si consiglia di utilizzare lo spazzolino inumidito col solo dentifricio e risciacquare soltanto alla fine;

Barba- Per farsi la barba è sufficiente colmare il lavandino d’acqua, chiudendolo col tappo, e poi lasciarla scorrere terminata la rasatura;

Frutta e verdura- Dopo aver lavato frutta e verdura non buttate l’acqua utilizzata; possiamo riutilizzarla per innaffiare le piante.
Doccia – Si consiglia di preferire la doccia al bagno: è sicuramente più veloce e fa risparmiare fino a 100 litri d’acqua alla volta;

Elettrodomestici – Utilizzate lavastoviglie e lavatrice a pieno carico; così si arriva a risparmiare fino a 11, 000 litri d’acqua all’anno;
Impianto – Prima di partire per le vacanze si consiglia di chiudere la valvola centrale dell’acqua, anche per evitare rotture improvvise nell’ impianto idraulico;

Rubinetti- Controllare che non perdano acqua, in caso contrario chiedere l’aiuto di un idraulico esperto. Un rubinetto che gocciola può far sprecare fino a 4,000 litri d’acqua in un anno, un WC che perde può arrivare addirittura a consumare fino a 100 litri d’acqua al giorno.

Abbiamo detto dell’acqua, aggiungiamo ora  per risparmiare sul gas  qualche semplice accorgimento:

Coprire sempre con  il coperchio le pentole durante la cottura dei cibi, sapendo inoltre che a qualche minuto della fine cottura, soprattutto della pasta, si può addirittura spegnere il fornello, poiché la stessa cottura continuerà comunque.

Utilizzate la quantità di acqua necessaria senza mai eccedere per la bollitura dei cibi, poiché tutto calore sprecato.

Nei vari lavaggi, sia di carattere personale che non,  tenere la temperatura dell’acqua al minimo indispensabile, non solo per evitare miscelature successive ma anche per evitare incrostazioni calcaree nelle serpentine di riscaldamento che determinano un forte abbassamento dell’efficienza della caldaietta determinando così  costi maggiori per il suo utilizzo.

Durante la doccia, inoltre, non tenere sempre aperto lo scorrimento dell’acqua, ad esempio quando ci si insapona e  la stessa cosa, di  non far scorrere invano l’acqua, vale per le varie rasature.

Tutti questi accorgimenti, se ben tenuti di conto, incidono su bollette che costano alle famiglie circa 350 Euro  annui per l’acqua e per il gas ( compreso il riscaldamento) circa 1200 Euro. I risparmi complessivi, se attuati, raggiungono il 15-20 % sula bolletta dell’acqua pari a 60-70 euro e per il gas circa un 10-12 % pari a circa 120-140  Euro annui.  Beh, coi tempi che corrono non è cosa di poco conto.   

Lascia un commento