CONSUMI- LE FAMIGLIE MANTENGONO ANCORA BASSE LE SPESE PER CONSUMI. ANCORA DISTANTE LA QUOTA DI SPESA EFFETTUATA NEL PERIODO PRE CRISI

Da una elaborazione basata su dati ISTAT c’è poco da stare allegri in merito all’andamento dei consumi nel nostro Paese. Infatti dai dati espressi in valore si evince che ancora non si sono raggiunti i dati di spesa del periodo precrisi anche comprendendo le previsioni di spesa del 2018.

Le spese generali, disaggregate tra quelle alimentari e non, dimostrano che siamo ancora sotto  percentualmente del – 1,8 % rispetto al 2007. Solo l’alimentare segna un dato positivo, ma se si tiene conto che il tasso di inflazione nel periodo considerato raggiunge il valore del + 14,1 % si può con certezza affermare che sia in valore che nelle quantità ancora non ci siamo e la forte contrazione dei consumi persiste. Ma questi dati non ci sorprendono –  sostiene Rosario Trefiletti Presidente del Centro Studi – visto l’andamento generale della nostra economia, che alla incertezza delle prospettive e soprattutto ed ancora gli alti tassi di disoccupazione, soprattutto giovanile, abbassano la capacità e la stessa volontà di spesa delle famiglie.

Inoltre altro dato da non sottacere e estremamente preoccupante è la disuguaglianza che si registra nei diversi territori del Paese. E cioè nel periodo considerato al Nord Ovest la variazione della spesa complessiva al lordo dell’inflazione è pressocchè nulla mentre al Sud si registra un – 7 % sulla spesa totale.

Qui di seguito l’elaborazione su dati ISTAT :

  Anno 2007 (media nazionale spesa mensile totale  € 2648  
 
Alimentare Non alimentare  
453 € 2195 €  
Anno 2017 (media nazionale spesa mensile totale  € 2564   -84 € mensili       – 3,1%      -1008 € annuali  
 
Alimentare Non alimentare  
457 € 2107 €  
Differenza percentuale consumi 2007-2017  
Alimentare Non alimentare
+0,8% 4,0%
  Previsione  2018  Spesa mensile consumi  € 2601  -47 € mensili -564 € annuali  – 1,8 % rispetto 2007
Alimentare 466 €  + 2,8 %      



Non Alimentare 2135 € -2,7 %          Rispetto al 2007  – 1,8 % al lordo della variazione  del tasso inflazione pari a + 14,1 %  



Questa elaborazione è fatta su dati ISTAT. Come si evince sono dati in valore. Se si considera che  per lo stesso periodo l’aumento dei prezzi ( Inflazione ISTAT ) è stato di oltre 14 punti percentuali si ha una risposta di quanto sia stata ampia la contrazione dei consumi.

e

Lascia un commento